Dosaggio Ossigeno – Funzionamento

OxiRight DAINESE permette all’utente di effettuare tre tipi di ossigenazione:

  • MICRO: si effettua una ossigenazione della durata di 30 giorni (in mg/l/mese)
  • MACRO: si effettua una ossigenazione della durata di 24 ore (in mg/l/giorno)
  • PERSONALIZZATA: si effettua una ossigenazione di durata personalizzabile (in mg/l/tempo voluto)

Occorre ricordare che effettuare dosaggi in volume non ha significato, poiché il numero di reazioni chimiche che avvengono dipende dal numero di molecole di ossigeno fornite, quindi dal peso della quantità di ossigeno erogata, mentre in uno stesso volume di ossigeno possono essere contenute più o meno molecole (e quindi il peso sarà diverso) a seconda della temperatura e della pressione.

La programmazione del dosaggio avviene in modo estremamente semplice, l’utilizzatore dovrà impostare la dose di ossigeno da erogare in peso, il volume del serbatoio da trattare in litri e nel caso di dose personalizzata il tempo in cui si vuole effettuare il dosaggio.

Premere START e il sistema calcolerà automaticamente il peso totale di ossigeno da fornire e regolerà il dosaggio dello stesso a seconda del tipo di ossigenazione selezionata (micro, macro, personalizzata) e della durata richiesta.

Spegnimento programmabile e progressivo del sistema variando lentamente il dosaggio fino allo stop completo. Questa funzione è importantissima per evitare fenomeni di ossido riduzione in fase di micro dosaggio

Il sistema OxiRight garantisce un’erogazione quanto più lineare e costante possibile poiché non utilizza camere di dosaggio che si caricano e si scaricano ad impulsi, ma sensori che misurano in tempo reale (mg/sec) la portata del gas. Un microprocessore di ultima generazione ed un software molto evoluto, si occupano di effettuare i calcoli necessari affinché il sistema regoli la portata in peso di ossigeno al valore costante desiderato.

I vantaggi dovuti all’utilizzo di questo tipo di tecnologia sono molteplici:

  • Massima linearità di erogazione ed errore di dosaggio inferiore al 5%
  • Eliminazione di elementi meccanici (serbatoi ingombranti e pesanti, valvole on/off, ecc.) nel sistema
  • Riduzione del valore di pressione dell’ossigeno in ingresso necessario per il corretto funzionamento del sistema – maggiore sfruttamento della bombola –
  • Pressione di lavoro sull’erogatore minima: grazie al sensore massico, l’ossigeno viene erogato alla minima pressione necessaria, in modo tale da minimizzare il diametro delle bolle e migliorare il rendimento dell’ossigenazione
  • Autocompensazione immediata di variazioni di pressione: il sistema si adatta automaticamente a variazioni di pressione in uscita (dovute ad esempio all’intasamento dell’erogatore o alla pressione atmosferica), variando nella maniera opportuna la portata in volume del gas in modo da continuare a mantenere costante la portata in peso. E’ inoltre in grado di compensare anche le variazioni della pressione di ingresso mantenendo sempre costante l’erogazione in uscita. Qualora si verificassero situazioni che il sistema non è in grado di compensare, viene immediatamente interrotta l’erogazione e segnalato l’appropriato errore sul display.
  • Possibilità di utilizzare qualsiasi tipo di candela erogatrice (naturalmente variando la candela si influenza il diametro delle bolle di ossigeno)
  • Passo di dosatura di 0,1 mg/lt,